Bugie, i bambini sono in grado di riconoscerle già a 2 anni

giocattoli

A ogni genitore può scappare qualche bugia di troppo con bambini molto piccoli. Quando mamma e papà raccontano bugie sono piuttosto tranquilli perché tanto “il bambino non se ne accorgerà mai”, ma le cose non stanno esattamente in questo modo: secondo uno studio dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaing pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, i bambini sono capaci di riconoscere le bugie che vengono dette loro già a 2 anni di età, e non a 4 così come abbiamo pensato finora!

Per arrivare a questa conclusione i ricercatori hanno analizzato il comportamento tenuto da 140 bambini di appena 2 anni di vita. L’analisi è avvenuta mediante dei test appositamente modificati come il “test di Sally-Anne” o “test della falsa credenza”, ma vediamo di capire di più su quali basi sono stati fatti poggiare questi esperimenti.

Il test di Sally-Anne prevede che ai bambini venga fatto vedere un personaggio di nome Sally intento a nascondere una biglia e a uscire da una stanza. Dopo di che la biglia viene spostata senza che Sally ne sappia qualcosa, e quando lei fa rientro nella stanza i bambini devono dirle dove farebbe bene a cercarla per ritrovarla. Nell’esperimento modificato dai ricercatori statunitensi, al posto della biglia è stata utilizzata una mela che viene nascosta in un luogo non visibile ai bambini.

Come nella versione originale del test di Sally-Anne, la mela è stata poi spostata in un posto davanti ai bimbi, ma all’insaputa di Sally, e quando gli è stato chiesto di dirle dove cercare la mela, i piccoli sono stati in grado di indicarle il luogo giusto (nonostante la ragazza fosse convinta di dover cercare la mela da tutt’altra parte).

Cosa significa tutto ciò? Il comportamento avuto in quest’occasione dà la dimostrazione di come i bambini siano in grado di capire se le persone hanno pensieri differenti dai loro, una abilità, questa, che li rende in grado di comprendere quando le persone dicono bugie, imbrogliano o fingono.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi