Cattiva digestione: e se stessimo semplicemente respirando male?

respiro

Una cattiva digestione può essere provocata da tutta una serie di fattori, tra cui anche una cattiva respirazione. Può sembrare strano, eppure respirare male può dar luogo a problemi digestivi, perché i due apparati sono molto più collegati e dipendenti l’uno dall’altro di quanto non crediamo!

Oggi giorno viviamo in un’epoca in cui il distacco dalla natura e i ritmi di vita sempre più frenetici ci inducono a trascurare noi stessi, a non pensare alla nostra salute e a non considerare chi siamo e ciò che vogliamo. In sostanza, siamo arrivati al punto di vivere una vita che ha trascurato la dimensione umana e che quindi ha messo da parte i concetti di relax, introspezione e, appunto, buona respirazione.

Respirare bene però è fondamentale per poter vivere meglio, pertanto dobbiamo prenderci qualche minuto e riconsiderare questo aspetto della nostra vita: ci siamo mai chiesti come respiriamo e se stiamo respirando correttamente oppure no?

La respirazione è una funzione molto complessa che dipende dalla muscolatura interna, ed in particolar modo dal diaframma. Una cattiva respirazione va prevenuta, prima che combattuta, perché porta alla sindrome da iperventilazione che a sua volta produce una cattiva digestione. Anzi, respirando male potremmo addirittura bloccare la digestione, e non solo rallentarla! Dopo di che, come probabilmente sappiamo già, una mal digestione produrrà altri problemi ancora, e così via, esponendoci ad una catena infinita di malesseri.

E pensare che per migliorare la digestione attraverso la respirazione bastano davvero pochi accorgimenti! Innanzitutto, occorre rallentare il respiro per far sì che tutta la muscolatura interna possa rilassarsi. Fatto questo, proviamo a inspirare col naso gonfiando solo la pancia e contando 1, 2, 3, 4 e 5. Rimaniamo in apnea per 3 secondi. Quindi espiriamo dalla bocca per 5 secondi e rimaniamo in apnea per altri 3 secondi. Ecco, questo esercizio, per poter funzionare, ha bisogno di essere ripetuto per 5 minuti. Facile no?

Anche solo mediante un esercizio della durata di 5 minuti possiamo guadagnarne tantissimo in termini di benessere: valeva davvero la pena continuare a respirare male e a digerire altrettanto, pur di non concederci così poco tempo?

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi