Come proteggere gli occhi di un bambino dai raggi UV del sole estivo

occhiali da sole

Costumi da bagno colorati e di piccole dimensioni dentro gli scaffali dei negozi sono sufficienti per indurre i genitori a prendere il loro piccola porzione di gioia in spiaggia o in piscina questa estate. Ma è meglio prendere dovute precauzioni prima di lasciare che il bambino assorba troppi raggi solari. La luce ultravioletta può avere gravi effetti sulla pelle e sugli occhi di tutti, indipendentemente dall’età, ma i bambini sono ancora più suscettibili ai danni causati dalle radiazioni UV. Infatti, l’80% di tutta l’esposizione avviene prima dei 18 anni.

La luce UV è stata associata a diversi problemi agli occhi, tra cui la cataratta, la degenerazione maculare e il cancro. I bambini sono più a rischio poiché le loro pupille sono più grandi e la lente all’interno dell’occhio è più chiara, il che consente un maggiore assorbimento delle radiazioni UV. Questo è il motivo per cui è importante proteggere gli occhi del bambino quando si trascorre del tempo all’aria aperta. I bambini più piccoli, quelli sotto i sei mesi di età, dovrebbero rimanere ancora più protetti dal sole poiché la loro pelle non è ha sufficiente melanina ed i loro occhi sono particolarmente fragili.

Un modo semplice per proteggerli è evitare le ore di punta del sole e cercare soprattutto di limitare la quantità di tempo trascorso all’aperto tra le ore 10 e le 2 del pomeriggio, ossia quando la luce UV è più intensa. Inoltre, ricordare che le radiazioni UV sono presenti in abbondanza anche quando è nuvoloso. Sotto il sole, proteggere se stessi ed i bambini con vestiti, un cappello a tesa larga, crema solare e occhiali da sole con protezione UV. Ecco alcuni utili suggerimenti:

Cercare occhiali da sole che bloccano i raggi UVA e UVB. Il bambino dovrebbe indossare occhiali da sole che bloccano il 99-100% della luce UV. Quelli di scarsa qualità possono fare più male che bene, causando la dilatazione delle pupille e il conseguente ingresso di più raggi UVA e UVB.

Utilizzare una tinta media. Solitamente, le lenti più leggere non proteggono molto dal sole, mentre quelle troppo scure potrebbero far espandere le pupille del bambino consentendo l’ingresso di una maggiore quantità di luce UV nei loro occhi. È meglio usare una tinta media, ma soprattutto assicurarsi che le lenti blocchino la luce UV.

Scegliere occhiali da sole con elastico. Per prevenire la perdita o il danneggiamento degli occhiali da sole del bambino, considerare dei telai che abbiano in dotazione una fascia elastica attaccata all’estremità. Tuttavia, tenere sempre a mente che l’utilizzo di una fascia o di un cavo rappresenta un concreto rischio di soffocamento per un neonato o un bambino non sorvegliato.

Acquistare lenti resistenti agli urti con montature flessibili. Le lenti in policarbonato sono resistenti fino a 10 volte in più agli urti rispetto a quelli in plastica standard, utili per i bambini attivi che praticano sport o altre attività all’aperto. Gli occhiali da sole con montatura flessibile hanno meno probabilità di rompersi e quindi causare potenziali lesioni oculari o facciali rispetto a una montatura che scatta all’impatto.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *