Cuore, 5 consigli per vivere più a lungo (e meglio)

cuore

Le malattie cardiache possono essere fatali, ma grazie ad alcuni accorgimenti possiamo trovare il segreto per aumentare la durata della nostra vita. Ciascuno di noi d’altra parte ha un cuore, per cui vale la pena farlo durare nel tempo e non solo per vivere meglio, ma anche per vivere più a lungo!

Dimagrire – Per rinforzare il nostro cuore dobbiamo prima di tutto cercare di dimagrire quanto meno di quei chili di troppo. Anche perdendo il 5 o il 10% del peso corporeo, si stima che si possa riuscire a ridurre il rischio di contrarre una malattia coronarica. Farsi aiutare da un dietologo per avere delle risposte efficaci e non azzardate è senza ombra di dubbio la soluzione da prediligere per chi vuole dimagrire un po’, e farlo tanto per la propria salute cardiovascolare quanto per un discorso di più semplice autostima personale.

Smettere di fumare – E’ chiaro però che uno dei maggiori nemici di un buon cuore rimanga proprio lui, il fumo. Il fumo aumenta il rischio di morire per malattie cardiovascolari, tanto è vero che anche solo dopo un anno di totale pulizia del corpo dal tabacco e dalla nicotina, si stima che le possibilità di morire anticipatamente si riducano subito di una netta metà. Dopo 15 anni, invece, l’organismo si sarà ripulito e avrà la stessa possibilità di morire di quello che non è mai stato a contatto con il fumo.

Fare attività fisica – Anche solo 30 o 60 minuti di attività fisica possono aiutare molto a rinforzare la tenuta del nostro cuore e a far sì che il sistema circolatorio funzioni a dovere. La comunità medica è concorde nel ritenere che anche semplicemente salire o scendere le scale con frequenza, o fare una passeggiata in più, siano atti tanto semplici ma comunque in grado di fare la differenza.

Rilassarsi – E poi bisogna rilassarsi: meditazione, yoga, letture di piacere o qualunque altra cosa aiuti a farlo, va benissimo. L’importante è che si tenga lontano lo stress dato che proprio l’ansia e le preoccupazioni possono causare alta pressione sanguigna, possono restringere le arterie e ad aumentare il livello di colesterolo cattivo.

Rinunciare ai grassi trans – Infine, mettiamo da parte i cosiddetti grassi trans quali sono ad esempio quelli che troviamo in cracker, muffin e biscotti. Questi cibi, che contengono appunto i grassi trans, possono aumentare il colesterolo cattivo riducendo quello buono e più in generale si ritiene abbiano riflessi in termini di maggior rischio di contrarre malattie cardiache.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi