Festa della mamma: come viverla senza brutte sorprese

mamma

Il 14 maggio ricorre la Festa della mamma e tutti noi, sia da genitori che da figli, desideriamo rendere omaggio a questa grande giornata. Le future mamme invece possono sfruttare questa ricorrenza per capire come vivere al meglio il loro stato e, di conseguenza, i nove mesi di dolce attesa. Se non altro perché questo è il periodo più bello, intenso ed emozionante della vita di ogni donna, per cui è sempre bene sapere come gestirlo al meglio per evitare che qualche “svista” possa rovinarlo.

A tal proposito i ginecologi di Humanitas San Pio X, in occasione della Festa della mamma, hanno voluto fornire ottimi consigli per le future mamme. Ad esempio, partendo con un consiglio estremamente importante: quello di fare attenzione alla postura quando ci si trova davanti al computer, perché stare troppe ore sedute davanti ad uno schermo può provocare fastidi alla colonna vertebrale. Quindi concedersi pause frequenti, staccare gli occhi dallo schermo ed evitare di appoggiare il portatile sul pancione sono tutte regole che bisognerebbe imparare ad introdurre nella propria quotidianità.

Per quanto riguarda il resto, ossia happy hour e alimentazione, sarebbe il caso di evitare verdure crude, la carne cruda e i salumi, e di assumere alcol con estrema moderazione. Chi desidera il sushi può anche concederselo, purché sia certa che il sushi che sta mangiando sia di provenienza sicura e di ottima qualità. Per quanto riguarda i rapporti sessuali, invece, tranquille: se il ginecologo non dà parere contrario (per un motivo che in tal caso sarebbe comunque giustificabile), il sesso non rappresenta affatto un problema. Anche col pancione!

Tutt’altro discorso vale per il piercing, per il tatuaggio e per il tacco: i primi due vanno assolutamente evitati, mentre i tacchi possono essere usati con estrema moderazione e attenzione, onde evitare cadute, distorsioni e sovraccarichi francamente inutili. Sconsigliata anche la moto a causa di buche e scossoni che sulle due ruote tendono a sentirsi particolarmente, e per quanto attiene gli interventi, se urgenti e in anestesia locale, si possono anche fare.

Ottimo lo sport, anche se sarebbe il caso di prediligere ginnastica dolce a un qualcosa di più intenso. Occhio, per esempio, al diving: sulle bombole in gravidanza grava un enorme tabù!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *