Parto naturale vs parto epidurale: cosa aspettarsi

Anche se è una bellissima esperienza, la prospettiva del parto può creare ansia in alcune donne a causa del dolore a cui vanno incontro. Se molte di loro scelgono gli epidurali, ossia farmaci per alleviare il dolore, il resto optano per il parto naturale.

Quando si usa un’epidurale?

Un’epidurale riduce il dolore in un’area specifica, in questo caso nella parte inferiore del corpo. Le donne spesso scelgono questa opzione. In presenza di complicazioni, diventa una necessità medica, come nel caso di un parto cesareo. Il posizionamento di un’epidurale richiede circa 10 minuti ed altri 10-15 minuti per funzionare. Viene praticata con tubo attraverso la colonna vertebrale.

Benefici

Il più grande beneficio è quello di avere un parto indolore. Anche se si possono ugualmente sentire delle contrazioni, il dolore diminuisce in modo significativo. Spesso utilizzata per un parto cesareo, allevia il dolore durante l’incisione chirurgica. L’anestesia generale viene utilizzata in alcuni casi.

Rischi

I rischi insiti in un’epidurale sono:

  • Mal di schiena e dolore.
  • Mal di testa.
  • Sanguinamento persistente (dal sito di puntura).
  • Febbre.
  • Difficoltà respiratorie.
  • Abbassamento della pressione sanguigna, che può rallentare la frequenza cardiaca del bambino.

I rischi associati ai parti cesarei non sono necessariamente correlati all’epidurale. A differenza delle nascite naturali, si tratta di interventi chirurgici, quindi i tempi di recupero sono più lunghi e c’è il rischio di infezione. Il parto cesareo è anche associato al maggiore rischio di malattie croniche dell’infanzia (tra cui diabete di tipo 1, asma e obesità).

Cos’è una “nascita naturale”?

Per “nascita naturale” si intende un parto vaginale eseguito senza farmaci.

Benefici

Le nascite naturali sono aumentate a causa delle preoccupazioni sulle epidurali e sulla loro possibile possibile interferenza con le risposte naturali del corpo al travaglio e al parto.

Rischi

Ci sono alcuni gravi rischi associati alle nascite naturali, i quali sorgono spesso se c’è un problema medico che riguarda la madre o se un problema impedisce al bambino di muoversi naturalmente attraverso il canale del parto.

Le altre preoccupazioni includono:

  • Lacrime nel perineo (area dietro la parete vaginale).
  • Aumento del dolore.
  • Emorroidi.
  • Problemi intestinali.
  • Incontinenza urinaria.
  • Trauma psicologico.

Preparazione

Prepararsi ai rischi di una nascita naturale è importante. Le madri dovrebbero fare affidamento ad un’ostetrica personale o presso un presidio ospedaliero. Le lezioni di educazione al parto le aiutano a prepararsi per ciò che le aspetta, fornendo una rete di sicurezza in caso di insorgenza di complicazioni. I metodi più utilizzati per alleviare il travaglio e il parto, e che escludono la mediazione, sono:

  • Massaggi.
  • Agopressione.
  • Fare un bagno caldo o usare un impacco caldo.
  • Tecniche di respirazione.
  • Frequenti cambiamenti di posizione per compensare i cambiamenti nella pelvi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *