Perché la bellezza è tanto importante?

donna

Prima di comprendere quanto sia importante la bellezza, è necessario darle una definizione. La bellezza non è altro che la manifestazione dell’amore nella forma. Le forme di bellezza sono varie e quasi tutte soggettive; nessuna di esse però riesce a raggiungere la verità su cosa sia in realtà la bellezza e perché è così importante per l’essere umano.

L’unica verità universale è che bellezza e amore camminano a braccetto. L’una genera l’altra, influenzandosi a vicenda e creando potenzialmente una spirale ascendente di gioia e consapevolezza. Quando entrambi i due concetti riescono a trovare il punto focale, generano un profondo senso di pace.

Da dove nasce la bellezza? Dalla creazione stessa, perché è stata concepita con amore. “Dio” o “Creatore” manifesta se stesso attraverso la creazione e la sua essenza attraverso l’amore. Qualsiasi cosa che non porta con se il senso del creato e dell’amore, non è manifestazione divina ma qualcos’altro.

Quando la creazione dell’amore infinito è vista in forma energetica o fisica, ciò che sperimenta è la bellezza. Basta guardare la natura: qualcuno ha mai visto un bruttissimo tramonto? Oppure un orribile panorama naturale che si affaccia sul mare? Sicuramente no. Soltanto l’intervento dell’uomo può ottenebrare la bellezza insita nella natura.

La vera bellezza è il riflesso del creatore. La connessione con essa è fonte di ispirazione, di benessere fisico e di insegnamento. Tutti le persone amano la bellezza e rifiutano la bruttezza. Perché? Probabilmente è un archetipo che ci è stato inculcato da quando la razza umana è apparsa per la prima volta sulla superficie della terra. Il problema è che l’uomo e la donna non hanno ancora ben chiaro il vero significato della bellezza e spesso la identificano solo esteriormente; così facendo, non riescono a cogliere ciò che la accompagna sempre: l’amore.

Ma come cogliere la bellezza nell’amore? Imparando a guardare oltre l’aspetto fisico. La società moderna è piena di simbolismi, occulti o meno, che inneggiano all’avvenenza fisica in tutte le sue forme. Pubblicità, film, sfilate di moda: ognuno di essi rappresenta la bellezza fine a se stessa, senza menzionare la sua enorme potenza quando manifestata attraverso la mente e l’anima. Si limita a declamarne la sua esteriorità, senza andare oltre.

Eppure, basterebbe chiedersi perché il Creatore abbia fatto dono agli esseri umani della natura. Non certo per devastarla, come ormai accade in ogni angolo del mondo. Molto probabilmente la risposta va cercata nell’espressione che essa offre agli occhi umani: l’ineluttabilità degli eventi.

Ogni autunno, le foglie di molti alberi ingialliscono e si staccano dai rami. Cosa resta? Un albero spoglio e dall’aspetto moribondo. Quella rigogliosità e quella bellezza è svanita. Se per un albero è momentanea, per l’essere umano è l’inevitabile declino degli anni che passano. Ma se quella interiore è presente e resta intatta, la vecchiaia non la porterà mai via e dopo la morte lascerà sempre tracce indissolubili.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *