Pruriti intimi: definizione e caratteristiche

prurito intimoCon l’espressione pruriti intimi, si intendono specifici fastidi derivanti da problematiche che insorgono nelle zone genitali sia interne che esterne. Nello specifico, la localizzazione di tali fastidi è nella vulva e nella vagina per le donne, mentre per quanto riguarda l’uomo ci si riferisce al glande e allo scroto. Posto che soggetti di qualsiasi sesso o età possano avere problematiche di questo tipo, le irritazioni intime, generalmente, sono caratterizzate da tre forme: acuta, cronica e ricorrente.

Pruriti intimi: cause nei bambini e negli anziani

Come detto, le infiammazioni nelle zone dei genitali possono colpire tutte le persone, a prescindere dal sesso o dall’età. Nel caso di bambini ed anziani, i fastidi intimi sono da considerarsi meno preoccupanti rispetto alle patologie che possono colpire donne e uomini adulti. Semplici ed efficaci anche i trattamenti.

I bambini, per l’utilizzo quotidiano del pannolino, rimangono di frequente a contatto con le urine che possono generare fastidi e irritazioni risolvibili con una corretta igiene intima e con l’applicazione, sulla parte arrossata, di specifiche creme emollienti. A volte, il rossore può essere localizzato nella zona intorno all’ano o all’interno di esso, a causa di tipiche infezioni da vermi intestinali che colpiscono i neonati. Un trattamento antibiotico prescritto dal pediatra sarà sufficiente.

Gli anziani sono soggetti a pruriti intimi, invece, per alcune particolati motivazioni, in particolare legate alla secchezza della pelle.

Donne e uomini alle prese con fastidi intimi: cosa fare?

I sintomi di un’infezione ai genitali, per donne e uomini in età adulta, sono svariati. In primo luogo l’arrossamento localizzato nell’area della vulva o della vagina, oppure nelle zone dello scroto e dell’inguine. Se l’arrossamento è associato a macchie o puntini più scuri, probabilmente può trattarsi di un’allergia da contatto.

C’è poi la desquamazione che, se rilevata sul glande o nella vulva, può significare infezione da fungo. L’irritazione associata a bruciore può invece indicare un’affezione da cistite, sia per l’uomo che per la donna. E’ possibile anche che vi siano delle perdite bianche grumose dalla vagina o dal glande, e in questo caso molto probabilmente si tratta di Candida. Infine, la comparsa di vesciche o bollicine oltre ai pruriti intimi, può essere sintomo di infezione da virus dell’Herpes.

In base alla patologia, che deve essere diagnosticata da un medico specialista, esistono diversi trattamenti antibiotici efficaci al 100% nel combattere l’infezione. Per molte donne, nei casi di infezione lieve, bere molta acqua naturale può risultare miracoloso, in quanto in questo modo si favorisce l’eliminazione dei batteri presenti nell’organismo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *