Sonno del bambino: 6 consigli utili che faresti bene a seguire

sonno bambini

Ci sono alcuni fantastici suggerimenti per garantire al tuo bambino un sonno tranquillo e duraturo. Un bambino che dorme durante la notte senza svegliarsi equivale ad un riposo ottimale per la mamma stessa. Inoltre, durante il giorno senso di irrequietezza e pianti incontrollati diminuiscono notevolmente.

Fascia

Dalla nascita fino all’età di circa 4-5 mesi, i bambini hanno un innato riflesso di trasalimento, nel quale si sentono come se stessero cadendo. La sensazione di cadere provoca movimenti a scatti e il bambino si sveglierà accidentalmente. Tenere i bambini in una fascia stretta gli impedisce di svegliarsi, aiutando il neonato a dormire meglio e più a lungo.

Dreamfeed

Sognare rende il bambino più tranquillo e aiuta le mamme ad evitare che si svegli subito dopo che si sono addormentate. Il dreamfeed può davvero aiutare il bambino a dormire più a lungo mentre dormi. Il suo uso è consigliato fino all’età di 4 mesi.

Sonnellino pomeridiano? Sì, ma…

Svegliare un bambino che dorme è sempre un’impresa ardua, ma lasciarlo dormire troppo a lungo durante il giorno significa privarlo del sonno notturno. Se il bambino dorme oltre le 2-2 ore e mezzo, va svegliato, nutrito, tenuto fra le braccia per un po’ e poi adagiato per un altro pisolino. Se il bambino ha davvero bisogno di un sonnellino più lungo, aumentare il limite del pisolino a 2 ore e mezza non è una cattiva idea.

Utilizzare il “rumore bianco”

Nelle occasioni delle feste, il bambino solitamente è disturbato dai rumori dei festeggiamenti ed addormentarsi può risultargli molto difficile. Un apparecchio che utilizza il rumore bianco posizionato non troppo vicino alle orecchie potrebbe giovarli per addormentarsi. E’ molto utile anche durante un viaggio.

Ciclo di nutrimento, veglia e sonno

Il bambino si sveglia dal sonno e mangia immediatamente; quando è sveglio resta un po’ a giocare, poi torna a dormire. Questo ciclo ha diversi scopi. In primo luogo, consente al bambino di mangiare nel modo giusto subito dopo il risveglio. Il bambino avrà infatti più energia subito dopo essersi svegliato, e sarà più incline a nutrirsi completamente e ad essere più sveglio tra una poppata e l’altra.

Inoltre, nutrendo il bambino dopo il sonno piuttosto che prima di dormire, il ciclo gli impedisce di associare il cibo con il sonno o di usare il cibo come sostegno del sonno.

Il cambio del pannolino

Cambiare il pannolino prima dell’alimentazione notturna impedisce al bambino di svegliarsi dopo aver finito di mangiare. Quando il bambino si sveglia è necessario cambiare subito il pannolino per poi prepararlo a dormire subito dopo il pasto notturno. Cambiare il pannolino dopo l’allattamento notturno gli causerebbe una perdita di sonno, rendendogli difficile riaddormentarsi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *