Sudamina: cos’è e come trattarla

sudore

La sudamina (o miliaria) è un’eruzione cutanea che colpisce  in estate, periodo in cui la pelle suda molto di più. Si tratta di microscopici puntini che arrossano la pelle, condizione molto comune nei bambini. Accade spesso quando alla pelle viene impedito di respirare e sottoposta ad eccessivo calore ed umidità. La sudamina può presentarsi anche nei bambini più grandi e negli adulti, ma è molto più comune nei neonati poiché le loro ghiandole sudoripare non sono completamente formate.

I piccoli puntini rossi appaiono nelle zone dove i bambini tendono a sudare di più, come la fronte, il collo, le spalle e il petto. In alcuni casi, viene scambiata per morbillo. In fondo, questo tipo di eruzione cutanea è totalmente innocua ed è soltanto correlata al calore o alla sudorazione. Spesso, l’eruzione è l’unico sintomo, ma se il bambino presenta forte prurito, la pelle può arrossarsi ancora di più in quanto il blocco nelle ghiandole sudoripare è molto più profondo e la pelle introno ai pori diventa più irritata.

Come detto sopra, la sudamina è una condizione medica relativamente benigna che non causa problemi al bambino nel breve e medio termine. Sono rarissimi in casi in cui può verificarsi una grave infezione batterica. In questo caso, è fondamentale rivolgersi immediatamente al pediatra di famiglia, soprattutto se il bambino ha dolore, febbre o diarrea. Nella maggior parte dei casi, la sudamina può essere tranquillamente trattata a casa e si risolve entro un paio di giorni. Se la condizione dovesse perdurare oltre, rivolgersi al pediatra.

Ma come gestire la sudamina nel neonato? Ecco alcuni consigli.

Rinfrescare l’ambiente

Il calore e l’umidità possono causare ed esacerbare la sudamina; quindi, se la stanza ha l’aria condizionata, abbassare la temperatura di due o tre gradi rispetto al normale oppure, in mancanza, mettere il bambino in una stanza con un ventilatore per aiutarlo a rinfrescarsi.

Un bel bagno tiepido

Un bagno tiepido per il bambino è un toccasana. Dovrebbe essere non solo “rinfrescante” ma anche particolarmente confortevole. I pediatri raccomandano di non utilizzare il sapone ma soltanto acqua per evitare di otturare ulteriormente i pori. Lasciare che il bambino si asciughi con l’aria piuttosto che utilizzare una asciugamano, che tende a sfregare la pelle.

Vestirlo con abiti leggeri

Se possibile, lasciare andare il bambino incontro alla naturalezza oppure vestirlo con abiti leggeri e larghi. Le fibre naturali, come il cotone e la canapa, sono generalmente più leggere e traspiranti.

Evitare l’utilizzo di una lozione lenitiva

Anche se quella di applicare una lozione lenitiva sulla pelle potrebbe essere una tentazione, è meglio resisterle. Gli impacchi freddi possono aiutare ad alleviare il prurito associato alla sudamina, ma è sempre una buona idea consultare il pediatra prima di applicare creme e lozioni alle aree interessate.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi