Tratti del viso: ce ne sono alcuni che si tramandano di padre in figlio

fratelli

Quanti di noi sanno che ci sono tratti del viso che, più di altri, tendiamo ad ereditare dai nostri genitori? Spesso sentiamo dire che i bambini assomigliano tanto alla mamma o che assomigliano tanto al papà, ma nella gran parte dei casi il discorso che più risuona è quello che vuole che “gli occhi li ha presi dal papà, ma la bocca è della mamma”. Insomma, vuoi o non vuoi, di fatto ci sono tratti del viso che vengono tramandati di padre in figlio.

A ricordarcelo è uno studio condotto da Giovanni Montana del King’s College di Londra e pubblicato sulle pagine della rivista Scientific Reports. La ricerca in questione ha esaminato modelli in 3D dei volti di quasi 1000 gemelle identiche e non. Ciò che è emerso è che i tratti che più si tramandano di padre in figlio sono la fossetta sottonasale o prolabio (in pratica, la zona appena sopra le labbra); ma anche la zona che si trova sotto il labbro inferiore, la punta del naso, gli zigomi e l’angolo interno degli occhi sembrano essere altre parti del viso che si ereditano maggiormente da mamma e papà.

Tramite un software mirato, Giovanni Montana ha tracciato delle mappe focalizzate proprio sull’ereditarietà dei tratti somatici sottolineando le parti più fortemente stabilite dai geni e, di conseguenza, quelle che più di altre risentono dell’influenza ereditaria.

Lo studio in questione, quindi, oltre a ricordarci che effettivamente vi sono aree del nostro aspetto che rimandano inequivocabilmente ai genitori, è utile anche per studiare i geni che formano il viso e individuare così delle particolari anomalie del volto. Lo studio, inoltre, dimostra anche che i gemelli identici tra loro possono essere in realtà molto diversi se analizzati in alcune specifiche zone del viso, a riprova di come il nostro occhio, forse, non è poi così attento come avremmo potuto pensare!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *