Come prendersi cura dei capelli in autunno

caduta-capelli-donne

Il cambiamento di temperatura durante l’autunno può realmente creare problemi ai capelli, sia in termini di colori che di struttura. Per mantenerli al meglio, ecco alcuni consigli molto utili.

Provare uno shampoo chiarificante

Spray salini, filtri solari e sabbia possono causare radici untuose e molli. Appena iniziata la nuova stagione autunnale, offrire al cuoio capelluto una buona disintossicazione usando uno shampoo chiarificante una volta ogni due settimane.

Usare uno shampoo antiforfora

La mancanza di umidità si traduce anche in un cuoio capelluto asciutto. Esso produce meno sebo, che può provocare la forfora e causare un prurito piuttosto irritante. La soluzione: utilizzare uno shampoo antiforfora.

Cambiare

Pelle pruriginosa e secca causata dalla temperatura più fredda? Stessa cosa vale per i capelli. Il passaggio dall’estate all’autunno deve essere affrontato utilizzando una maschera per capelli oppure cambiando lo shampoo o il balsamo in modo che essi possano adattarsi al cambiamento di temperatura.

Combattere l’effetto crespo

L’umidità a volte può diventare il peggior nemico dei capelli. Anche dopo averli idratati, l’arma migliore per combattere l’effetto crespo è un set di prodotti di buona qualità per lo styling, appositamente formulati per il caso specifico.

Aggiungere alcune gocce di olio

Il calore e l’attrito interferiscono con la struttura naturale dei capelli. Ciò danneggia le cuticole, che a loro volta portano a capelli fragili e dall’aspetto opaco. La soluzione: trattamenti di condizionamento con estratti di olio prevengono il danno e rendono più lisce le cuticole danneggiate dei capelli. Aggiungere semplicemente qualche goccia di olio per capelli allo shampoo o utilizzare l’olio per massaggiare le estremità dei capelli ancora umidi. Ciò li manterrà elastici e lucenti.

Styling protettivo

Siccome il freddo solitamente rende asciutti i capelli, le pettinature protettive sono super utili. Esse richiedono stili di manipolazione molto basilari, proteggendoli da elementi dannosi e quindi aiutandoli a prevenire la rottura.

Taglio

Liberarsi delle estremità divise e fragili dei capelli danneggiate dai raggi estivi è una delle cose migliori che si possono fare in questo periodo dell’anno. Alcuni suggeriscono che si dovrebbero tagliare le estremità ogni sei-otto settimane. Altri invece credono che tagliarle spesso non è necessario.

Imparare non solo ad idratare, ma anche a sigillare

L’aggiunta di umidità ai capelli è ottima, ma non è sufficiente per mantenerli idratati. Una volta lavati o bagnati, provare ad applicare su di essi un balsamo o una crema idratante a base d’acqua; a seguire, un olio come quello di cocco, di vinaccioli, di jojoba, d’oliva, oppure una crema di mango o di karitè crudo. Acqua e idratanti sono elementi che aggiungono umidità ai capelli, ma gli olii o le creme sono ciò che li sigilla.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi