Cinque cose importanti che le donne dimenticano dopo il parto

Si parla poco del periodo post parto. Eppure, è il più impegnativo sul piano ormonale, fisico ed emotivo. Inoltre, le neo mamme tendono a trascurarsi per badare di più al neonato. Ma prenderai cura di se stesse è molto importante: non solo rende una donna migliore come mamma e partner, ma crea anche un forte legame con il bambino.

Mangiare abbastanza

Saltare un pasto ogni tanto è facile se c’è da badare al neonato, ma dimenticare completamente di mangiare è sbagliato. La maternità comporta il consumo di molte energie e quindi consumare regolarmente cibo è fondamentale. Per evitare di saltare un pasto, una buona idea è quella di mangiare insieme al bambino, avendo sempre a portata di mano spuntini semplici già precedentemente preparati.

Si dovrebbe anche aumentare l’assunzione di liquidi se si è in fase di allattamento al seno, in quanto questo processo crea una reazione ormonale che aumenta la sete; quindi, avere sempre a portata di mano una bottiglia d’acqua.

Continuare a prendere le vitamine prenatali

Molte donne pensano che, dopo il parto, non hanno bisogno di prendere le vitamine prenatali. Soprattutto durante l’allattamento al seno, il corpo richiede più vitamine e minerali rispetto a quanto accadeva in gravidanza. Il consiglio è di continuare ad assumerle, sempre su consiglio del medico.

Limitare le visite all’inizio

Familiari e amici saranno felici di vedere subito il nuovo arrivato, ma questo non significa che è per forza necessario permetterlo. Il parto è un processo difficile per il corpo di una donna. Durante il periodo successivo, è complicato mantenere alto il livello di energia e i visitatori possono drenare ulteriormente le già limitate risorse. Quindi, limitare notevolmente il numero di visite in modo da evitare stress o depressione post-parto.

Dormire di più

Il sonno è importante per recuperate le forze, ma spesso con un neonato diventa un’utopia. Secondo gli esperti, i neonati dormono circa 16 ore al giorno per tre o quattro ore alla volta, rendendo impossibile per la mamma dormire adeguatamente. Quindi, sarebbe meglio dormire quando il bambino dorme, anche se è solo per un breve pisolino, e insegnarli al più presto a dormire molto di più durante la notte.

Essere pazienti con l’allattamento

All’inizio, l’allattamento al seno potrebbe sembrare poco gradevole. Abituarsi al dolore derivante dall’allattamento è difficile. Tra vesciche, crema per capezzoli di scarso aiuto e dolore da crampi uterini, l’intera esperienza può essere devastante. Quindi ci vuole soltanto tanta pazienza e, piano piano, l’abitudine batterà tutti i fastidi.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi