Come prendersi cura della pelle se si indossano dispositivi di protezione individuale

pelle soda

In tutta Italia, molte persone stanno imparando come ci si sente ad indossare una mascherina protettiva. Gli operatori e operatrici sanitarie in prima linea hanno trascorso settimane o mesi indossando dispositivi di protezione individuale per svariate ore ogni giorno. L’uso costante di guanti e mascherine è una misura preventiva per proteggersi dall’infezione. Dopo una giornata molto lunga, quando medici e infermiere finalmente le rimuovono, in molti sono costretti a far fronte a sfoghi, eruzioni cutanee e irritazione della pelle.

Le mascherine N95 hanno un rischio particolarmente elevato di lesioni a causa della perfetta aderenza. Le lesioni possono verificarsi per colpa dell’attrito e dell’accumulo di umidità sotto la mascherina. Ancora più importante, queste mascherine sono considerate essenziali per gli operatori sanitari.

I problemi associati alle mascherine sono l’acne, causata dall’occlusione della maschera sulla pelle, per cui i follicoli piliferi sono bloccati, la dermatite da contatto, causata dai materiali nelle maschere, la dermatite irritante sui punti di pressione come naso e orecchie e la dermatite legata all’umidità intorno alla bocca.

Come possono gli operatori sanitari mantenere sana la pelle durante il loro turno di lavoro con mascherina? Ecco alcuni consigli.

Prima di indossare la mascherina

Iniziare una routine di cura della pelle semplice ed efficace. La cosa più importante che si può fare per prevenire irritazioni e sfoghi è mantenere la pelle pulita e ben idratata. Lavare il viso delicatamente ma accuratamente utilizzando un detergente a pH bilanciato prima e dopo aver indossato una maschera per rimuovere olio, sporco e batteri e applicare una crema idratante immediatamente dopo il lavaggio. Assicurarsi che sia il detergente che la crema siano privi di profumo.

Proteggersi dall’umidità. La barriera idratante della pelle è proprio come sembra: la aiuta a trattenere l’umidità. La raccomandazione è di utilizzare un prodotto che aiuti a proteggere la barriera, tipo una crema da dermatite da pannolino, la quale contiene zinco, minerale ottimo per la protezione della barriera.

Coprire eventuali ferite aperte. Gli operatori sanitari dovrebbero coprire ferite aperte, rotture, crepe. Un rivestimento per quella specifica area è necessario, purché non impedisca l’uso e il posizionamento della mascherina.

Dopo aver tolto la mascherina

Applicare idratanti densi. Per i rimedi ad azione rapida che possono fornire un sollievo immediato dalle irritazioni che appaiono dopo aver tolto la mascherina, si raccomandano idratanti densi, come quelli a base di vaselina.

Cercare prodotti con anti-infiammatori. Per gli operatori che soffrono di acne o dermatite periorale, che si manifesta come irritazione o sfoghi attorno alla bocca, si raccomandano prodotti che contengono anti-infiammatori come niacinamide, curcuma o acido azelaico.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi