Cos’è uno sciopero del poppante?

sciopero del poppante, Cos’è uno sciopero del poppante?

Una mamma che allatta probabilmente passa molto tempo a monitorare la quantità e la frequenza con cui il suo bambino sta mangiando. Probabilmente noterà anche abbastanza rapidamente quando mangia meno frequentemente o beve meno latte del normale.

Quando il bambino cambia improvvisamente i suoi schemi di allattamento, è importante capire perché e cosa una mamma può fare per risolverlo immediatamente.

Come fare sapere se si tratta di uno sciopero del poppante?

Uno “sciopero del poppante” è definito come un periodo di tempo in cui un bambino che si allatta regolarmente rifiuta all’improvviso di farlo. Di solito questo comportamento non si manifesta fino a quando non hanno almeno 3 mesi e sono più consapevoli del mondo che li circonda.

I bambini che rifiutano il seno appaiono infelici, pignoli e scontenti di non allattarsi. Spesso capita che un bambino si stacchi dal seno nel bel mezzo di una poppata, ma non è indicativo di uno sciopero del poppante, semplicemente sono distratti.

A volte, lo sciopero del poppante viene scambiato per un segno che il bambino è pronto per lo svezzamento. Ciò è improbabile in quanto i bambini raramente si auto-svezzano prima dei 2 anni di età e, quando lo fanno, riducono gradualmente la durata e la frequenza delle sessioni di allattamento invece di interrompere bruscamente.

Cosa può causare uno sciopero del poppante?

I bambini passano in questa fase per una serie di ragioni fisiche ed emotive. Alcune cause potrebbero essere:

  • Congestione o mal d’orecchi che mettono a disagio l’allattamento.
  • Un mal di gola, o un taglio o un’ulcera in bocca.
  • Una malattia come l’afta epizootica che colpisce la bocca.
  • Dentizione e dolore alle gengive
  • Frustrazione causata da un basso apporto di latte (flusso troppo lento) o da una sovrabbondanza (flusso troppo veloce).
  • Frustrazione causata da un cambiamento nel gusto del latte a causa di cambiamenti ormonali o dietetici.
  • Stress, rabbia o indifferenza all’allattamento.
  • Un cambiamento di prodotti per la cura personale che gli fanno sentire un odore diverso.
  • Distrazioni causate da un ambiente sovrastimolante.

Cosa fare in caso di uno sciopero del poppante?

Ci sono molte tattiche che una mamma può usare per aiutare il suo bambino a tornare ad allattarsi nuovamente al seno. Quando bisogna gestire tale situazione, ci sono due sfide principali a cui far fronte: mantenere la propria scorta e garantire che il bambino sia nutrito.

Una volta fatto, può lavorare per riportare il bambino al seno. Ci sono diversi modi con cui incoraggiarlo all’allattamento:

  • Sdraiarsi pelle a pelle con il bambino e offrire delicatamente il seno.
  • Cambiare posizione.
  • Allattare in una stanza buia per eliminare la distrazione.
  • Offrire il seno mentre è seduta insieme al bambino in un bagno caldo.
  • Cercare di rimanere rilassata e lavorare per eliminare lo stress durante le sessioni di allattamento.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi