L’intelligenza dei bambini viene soprattutto dalle loro mamme: la scienza conferma

mamma

Secondo una recente ricerca, le mamme sono le principali responsabili della trasmissione dei geni dell’intelligenza ai propri figli.

Jennifer Delgado, psicologa e autrice della ricerca, ha dichiarato: “Sappiamo che l’intelligenza ha una componente ereditaria, ma fino a pochi anni fa pensavamo che dipendesse sia dal padre che dalla madre. Tuttavia, alcuni studi hanno rivelato che i bambini hanno maggiori probabilità di ereditare l’intelligenza dalla madre, poiché i geni dell’intelligenza si trovano sul cromosoma X”.

Il fattore X

Cosa c’è di così speciale nel cromosoma X? Studi precedenti hanno dimostrato che la maggior parte dell’intelligenza di un bambino dipende da esso. Come sottolinea lo studio della Delgado, poiché le donne hanno due cromosomi X, hanno il doppio delle probabilità di trasmettere al figlio caratteristiche legate all’intelligenza.

Inoltre, alcuni ricercatori dell’Università di Ulm, in Germania, hanno recentemente studiato i geni coinvolti nel danno cerebrale e hanno scoperto che molti di questi sono stati trovati nel cromosoma X. “Di conseguenza – ha osservato la Delgado – non è un caso che la disabilità mentale sia il 30% più comune nei maschi”.

Il test del QI

Un altro studio a cui la Delgado fa riferimento è un’analisi longitudinale condotta a Glasgow, in Scozia: “In questo studio, 12.686 giovani di età compresa tra 14 e 22 anni sono stati intervistati ogni anno dal 1994. I ricercatori hanno preso in considerazione diversi fattori: dal colore della pelle all’istruzione fino allo status socio-economico. Hanno scoperto che il miglior predittore di intelligenza era il QI della madre. In effetti, il QI dei giovani variava solo in media di 15 punti da quello delle loro madri”.

La genetica non è l’unico fattore

Tuttavia, non dipende solo dai cromosomi e dalla biologia. La Delgado ha anche sottolineato numerosi studi incentrati sul ruolo che una madre svolge nello sviluppo intellettuale di un bambino attraverso il contatto fisico ed emotivo. “In effetti, alcuni studi suggeriscono che un legame sicuro è intimamente legato all’intelligenza”, ha dichiarato.

I ricercatori dell’Università di Washington sembrano pensarla allo stesso modo. Nel loro studio, hanno rivelato per la prima volta che un legame sicuro e l’amore della madre sono cruciali per la crescita del cervello.

Analizzando le mamme e i loro bambini per un periodo di sette anni, alla fine dello studio, quando i bambini avevano 13 anni, i ricercatori hanno scoperto che coloro che erano supportati emotivamente e che avevano i loro bisogni intellettuali ed emotivi soddisfatti, presentavano un ippocampo più grande del 10% rispetto a quelli le cui madri erano emotivamente più distanti.

La Delgado chiarisce che tutto questo non significa che i padri non siano importanti. “Certo, questo non vuol dire che il rapporto con il padre non dovrebbe essere così pienamente sviluppato”, ha affermato, “solo che, a causa della nostra struttura sociale, compresi alcuni degli stereotipi di genere che ancora rimangono, è di solito la madre che trascorre più tempo con i suoi bambini piccoli”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi