Una campagna statale sta invitando le donne del Rajasthan a rinunciare al velo

, Una campagna statale sta invitando le donne del Rajasthan a rinunciare al velo

Quando le donne raggiungono le cabine elettorali per esprimere il loro voto nelle attuali elezioni del Rajasthan, è possibile che venga loro chiesto di rimuovere il velo, mostrando i loro volti di fronte a degli estranei. Una mossa controversa, soprattutto in questo vasto entroterra rurale conservatore, dove il velo è indossato dalle donne indù e musulmane.

Ashok Gehlot, primo ministro, vorrebbe bandire questa secolare usanza, ritenendola come una “reliquia di un’epoca passata”. La sua recente campagna “ghoonghat hatao” (fine del velo) vuole ottenere il sostegno delle donne. “Le donne devono avere potere”, ha dichiarato Gehlot. “Hanno la capacità di apportare cambiamenti nella società e il loro ruolo è fondamentale. Non è necessario che le donne indossino il ghoonghat in un mondo moderno in cui gli umani hanno raggiunto la luna e Marte”.

Oltre a chiedere alle donne di rimuovere i veli durante le elezioni, i funzionari locali visiteranno i villaggi nel tentativo di convincerle a rinunciare all’usanza e incoraggiare mariti e padri ad accettare il cambiamento. I poster propagandistici sono arrivati negli uffici governativi e nei luoghi pubblici, con i social media utilizzati per diffondere il messaggio. Alla fine, la campagna verrà portata nelle scuole in modo che alle ragazze venga insegnato che il velo non è un necessario emblema della moralità.

Sebbene in gran parte limitata alle aree rurali, l’usanza, che può essere trovata anche in altre parti dell’India settentrionale, è molto comune in Rajasthan. Le donne si coprono il viso di fronte agli uomini e, dopo il matrimonio spesso rimangono a casa, accettando il ruolo tradizionale di sottomissione all’autorità maschile. Le donne che non lo fanno vengono considerate immorali. Perfino le donne reali, che non indossano il velo, mantengono la testa coperta in pubblico.

Nel 2017, un sondaggio del “Center for Advanced Study of India” dell’Università della Pennsylvania ha rilevato che il 98% delle donne di età compresa tra 18 e 25 anni in Rajasthan indossava il velo. Tuttavia, il cambiamento sta avvenendo un po’ in tutto lo stato. Molte giovani donne abbandonano spesso il velo quando arrivano al college, mentre tante nelle aree urbane hanno abbandonato l’usanza.

La campagna è ancora agli inizi, ma Anuradha Saxena, assistente alla direzione del Dipartimento per lo sviluppo delle donne e dei bambini nel distretto di Sikar, ha affermato che alle riunioni del villaggio a cui ha partecipato, le reazioni sono state contrastanti.

“La maggior parte delle persone si sente profondamente a disagio al pensiero di fermare un’usanza così radicata”, ha dichiarato. “Una donna mi ha detto di sentirsi nuda senza il velo. Poche settimane non potranno annullare l’abitudine di secoli, ma una volta che alcune donne assumeranno il comando, gli ultimi focolai di resistenza cadranno. Tutte le ostetriche statali e le operatrici sanitarie rurali mantengono i loro volti scoperti mentre svolgono il loro lavoro nei villaggi, dando quindi l’esempio”.

Leave a Reply