Tè, un nuovo alleato contro l’osteoporosi?

tèL’osteoporosi è una malattia che colpisce le ossa e che riguarda con maggior predominanza il gentil sesso, soprattutto quando questo arriva ad una certa età (la menopausa viene considerata il periodo più delicato sotto questo punto di vista). Parliamo di una condizione causata dalla perdita di densità ossea e che tende a rendere gli anziani sempre più soggetti alle fratture dell’anca, del polso o delle vertebre.

Fino ad oggi le persone si sono affidate al latte e ai suoi derivati per frenare l’avanzata dell’osteoporosi perchè ricchi di calcio, ossia di quel minerale che è deputato alla fortificazione delle ossa. Ma a quanto pare vegani, intolleranti al lattosio o semplici non ammiratori del latte hanno ora un’altra spiaggia a cui potersi appellare per la prevenzione e il contrasto dell’osteoporosi: il tè!

Secondo alcune ricerche, infatti, il tè – soprattutto quello verde – conterrebbe alte quantità di catechine, ossia di polifenoli capaci di stimolare la ricostruzione ossea e di ostacolarne il riassorbimento: le catechine aiuterebbero a rallentare lo stress ossidativo e a stimolare la produzione di osteoblasti proprio perchè agirebbero direttamente sulle cellule staminali, ossia su cellule ancora ferme ad uno stato primitivo. Queste cellule, non avendo ancora un compito ben preciso vengono sostanzialmente “guidate” a curare parti dell’organismo, e quando sono appunto i tessuti ossei ad essere compromessi, ecco che queste, in risposta alla stimolazione delle catechine, intervengono in tal fronte.

Secondo lo studio condotto dalla Flinders University ci sono insomma tutte le condizioni affinché il tè verde possa dirsi il sostituto perfetto del latte, tant’è che qualche tazza di tè al giorno aiuterebbe a ridurre il rischio di fratture di un buon 30%: tra le donne che hanno preso parte alla ricerca, quelle che hanno bevuto almeno tre tazze di tè al giorno sono risultate meno esposte ai traumi ossei rispetto alle altre. Bere con costanza questa bevanda e farlo preferibilmente al mattino può insomma rivelarsi di grande aiuto contro l’insorgere dell’osteoporosi!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi