Quattro celeberrimi fantasmi femminili che spaventano senza motivo

Llorona

Llorona

Dagli spiriti di famose figure storiche femminili ai ghoul della leggenda urbana, le donne sono tra gli spiriti più spaventosi che si trovano là fuori. In effetti, le storie sulle donne fantasma vengono raccontate in tutto il mondo e molte hanno somiglianze agghiaccianti. Ad esempio, perché in così tanti luoghi si narra di donne vestite in bianco o autostoppiste fantasma? Queste connessioni potrebbero far parte di trauma universale o di una verità condivisa che abbiano poi fatto sì che queste storie attecchissero nella nostra coscienza collettiva.

Indipendentemente da ciò, una cosa è certa: queste donne fantasma sono in grado di far rabbrividire fino alle ossa. Di seguito, quattro storie di fantasmi donna che fanno veramente paura.

L’autostoppista che sparisce

È probabile che molte di voi non conoscano questa storia oppure ci abbiano pensato mentre guidavano da sole a tarda notte. Sebbene la storia vari leggermente in base al narratore, in genere recita così: un uomo sta guidando da solo a tarda notte durante una tempesta, quando vede una giovane e bella donna sul lato della strada.

Preoccupato per la sua sicurezza, le dà un passaggio e, in alcuni racconti, le offre anche la giacca per tenerla al caldo. La accompagna a casa sua, ma una volta arrivati, lei scompare. Confuso, suona il campanello e gli viene detto da chi si affaccia alla porta che una volta una ragazza viveva lì, ma morì anni fa in un incidente d’auto durante una notte di tempesta simile a quella.

Kuchisake-onna

La Kuchisake-onna, nota anche come “la donna con la bocca a fessura”, è un fantasma giapponese che terrorizza i bambini. Si dice che indossi una maschera, che si toglie quando si avvicina alla sua vittima, rivelando un sorriso che è stato grottescamente tagliato. Quindi chiede alla bambina: “Pensi che io sia bella?”. Se risponde di no, la uccide, ma se risponde sì, la Kuchisake-onna le taglia la bocca proprio come la sua.

Anna Bolena

Si dice che il fantasma della seconda moglie del re Enrico VIII perseguiti la Torre di Londra e gli edifici circostanti. Considerato il modo in cui Anna è stata maltrattata da suo marito, non sorprende che il suo spirito non sia stato in grado di riposare. Siccome non riuscì a dargli un erede maschio, il re prima divorziò da lei e poi la decapitò.

La donna che piange, o “La Llorona”

Nel folklore latinoamericano, La Llorona è un’entità piangente che si trova spesso all’interno o attorno ai corsi d’acqua. La leggenda dice che annegò i suoi figli per punire il marito dall’infedeltà e che in seguito si è suicidò per il rimorso. Ad oggi, si ritiene che cammini lungo i corsi d’acqua alla ricerca dei suoi bambini.

Alcune variazioni del racconto affermano che La Llorona rapisca i bambini che trova durante i suoi vagabondaggi, mentre altre iterazioni sostengono che coloro che ascoltano i suoi lamenti spettrali presto moriranno. Ci sono alcuni punti in comune tra la leggenda de La Llorona e gli spiriti femminili di altre culture, come le banshees nella leggenda gaelica o la deplorevole diavolessa Lamia della mitologia greca.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi