Tisane sgonfianti: quali scegliere per recuperare il benessere fisico

tisana sgonfiante

A tutte noi può capitare di soffrire di ritenzione idrica, ossia di quella condizione che fa sì che il nostro corpo accumuli liquidi in eccesso scatenando una sensazione di malessere fisico e aprendo le porte anche a tutta una serie di inestetismi cutanei (il più noto dei quali è proprio la cellulite). Fortunatamente però in commercio esistono molte tisane sgonfianti che possono aiutarci nel tentativo di liberazione dal fastidioso gonfiore!

Le tisane sgonfianti sono un ottimo rimedio per recuperare il benessere, ma non per questo devono esser viste come le uniche nostre alleate in questa missione: solo se abbinate ad uno stile di vita attivo e sano, ossia amico dell’esercizio fisico e di un’alimentazione equilibrata, queste tisane hanno tuttaavia la possibilità di trasformarsi in vere alleate della nostra salute!

Sono parecchi gli ingredienti naturali che vengono presi in considerazione ogni qualvolta si parla di “sgonfiare”, anche se tra i più noti abbiamo senza ombra di dubbio la liquirizia, il tè verde e la menta. Molto apprezzati e ormai reperibili in qualunque erboristeria sono anche le tisane a base di semi di finocchio, di anice, carciofo, mirtillo rosso, betulla, bacche di ginepro, gambi di ciliegie, melissa, coriandolo, semi di cumino e angelica.

Tuttavia non è detto che ci si debba per forza sottoporre a tisane “a senso unico”: chi lo desidera ha la possibilità di mescolare più ingredienti tra loro, dando vita, ad esempio, a tisane a base di cumino e finocchio; menta peperita e limone; anice e liquirizia o menta e carciofo. Combinare più ingredienti sgonfianti è consigliato per almeno due buone ragioni: in primo luogo perchè potenzia l’effetto sgonfiante ed in secondo luogo perchè dà vita a un sapore più intenso a livello di palato.

Indipendentemente dalla scelta, questi decotti riescono a combattere il gonfiore che tiene sotto scacco la zona addominale, ma riescono a trattare efficacemente anche casi di gonfiore localizzati nella zona del viso, delle braccia e delle gambe (con particolare riferimento alle caviglie). Inoltre combattere i liquidi in eccesso vuol dire anche fronteggiare il meteorismo e allontanare la temibile scenario della cellulite.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi